Monthly archives: marzo, 2015

Arresto Incalza per “Corruzione in Tav” e dimissioni Lupi. Serve una riflessione

Dopo i casi Expo, Mose, Mafiacapitale, siamo alla TAV. Le indagini, l’arresto di Incalza e le dimissioni di Lupi per la “Corruzione in TAV”, ci obbligano a fermarci e chiederci cosa sia meglio per noi vicentini, veneti e  italiani. Al SigComune di Vicenza Consiglio Comunale Al Sig. Sindaco Al Presidente del Consiglio Comunale Al Presidente

Share



TAV spesa inutile: le alternative di alcuni sindaci

target=”_blank”>Nel soppesare quale sia l’utilità di un investimento plurimiliardario, alcuni Sindaci indicano quanti utili progetti alternativi si poltrebbero realizzare. A Vicenza la scarsa democrazia, gli alti costi per gli espropri, le stazioni a rischio allagamento e l’abbandono della Stazione centrale hanno spinto molti comitati di cittadini ad organizzarsi per far sentire la loro voce e

Share



TAV-TAC: 6 miliardi di euro spesi male

Con una lettera inoltrata ai consiglieri comunali i cittadini esprimono il forte dissenso in relazione all’attuale progetto ferroviario TAV/AC  per un opera che definiscono:   “6 MILIARDI DI EURO ASSOLUTAMENTE SPESI MALE”   Chiedono che quei soldi siano impiegati in  altro modo: per la messa in sicurezza e tutela del territorio, per scuole più moderne

Share



Variati, PD e TAV: “democrazia” senza vicentini

Abbiamo raccolto le firme tramite petizione online per chiedere un referendum consultivo sulla TAV-TAC. L’Amministrazione ha confermato la possibilità del referendum, invitando la cittadinanza a proseguire per le vie previste dallo Statuto Comunale, ben sapendo che al referendum ci si arriverebbe tra qualche anno. Sarebbe inutile! Salvo che non sia la stessa Amministrazione Comunale, di

Share



PM10, Vicenza prima in classifica!

Presenza di polveri sottili nell’aria, Vicenza è prima in classifica per il Veneto e terza a livello nazionale (da Mal’aria 2015 di Legambiente). Queste polveri sottili entrano nei nostri polmoni e sopra certi limiti peggiorano il nostro stato di salute. A questo punto ci chiediamo cosa sta facendo la nostra amministrazione per liberarsi di questo

Share