Arriva l’inverno

 grafico

dal blog di Carlo B.:

Sbaglio, o si sono abbassate le temperature?

Ho paura, per le mie tasche, che devo accendere anche quest’anno il riscaldamento. Come tutti gli anni, si rispolverano i maglioni, si preparano le caldarroste e quindi, se uno più uno fa due, tra un paio di mesi ritorneranno i blocchi del traffico per eccessivo inquinamento da PM10. Matematico.
Allora quest’anno vi informo preventivamente. Vedete il grafico?
Sono le rilevazioni di Pm10 nelle tre centraline apposite sparse per la città. Alcune colonne mancano perchè i dati sono incompleti. In basso ci sono gli ultimi 12 mesi, da ottobre 07 a settembre 08. A sinistra i giorni di superamento del limite massimo di legge che è di 50 mg/m3.

A dicembre dell’anno scorso, i PM10 hanno superato il limite 27 volte. In un solo mese. Al massimo, si potrebbero superare per 35 volte in un anno. Questo fa aggiudicare a Vicenza la qualifica di terza città più inquinata d’Italia. Ma non se ne parla.
Lo capisce anche un bambino, invece, che la causa è il riscaldamento delle abitazioni che sprecano più del 50% della propria energia del riscaldamento in sprechi ed inefficienze.

Le soluzioni?
Case coibentate con cappotti, doppi o tripli vetri, azzeramento delle dispersioni termiche, miglioramento degli impianti, e tante altre cose. Ma costano. C’è una detrazione fiscale del 55%, cioè è regalato dallo Stato, ma la gente è disinformata e non se ne interessa. Si può fare molto, magari, cominciamo con lo stretto indispensabile: abolire il riscaldamento a gasolio e quello a BTZ (che è anche peggio). Già così ci saranno degli evidenti effetti positivi.

Io ve lo ho detto, ora tocca a voi, quando vi bloccheranno il traffico, a prendere per il culo chi di dovere.

Print Friendly
Share