Cantine Aperte “rinnovabili”

Il vino italiano sposa l’energia rinnovabile.

Domenica 30 maggio l’energia da fonti rinnovabili è protagonista in cantina. Il Movimento Turismo del Vino in collaborazione con Enel Green Power, inaugurano con Cantine Aperte 2010 una collaborazione importante nata dal comune interesse per il rispetto per l’ambiente. Finalizzata a promuovere e diffondere la cultura e l’uso dell’energia da fonti rinnovabili come il sole, il vento e il calore della terra, la partnership nasce dalla particolare attenzione delle due realtà nei confronti dell’efficienza energetica e dell’utilizzo delle fonti rinnovabili, considerate le principali leve per raggiungere gli obiettivi del risparmio energetico individuale e della salvaguardia dell’ambiente per uno sviluppo sostenibile.

In occasione della giornata di Cantine Aperte, in 50 delle oltre 900 Cantine Aperte di tutta Italia, imprese qualificate, saranno a disposizione per fornire informazioni e dettagli a tutti gli enoappassionati che vorranno saperne di più sugli impianti fotovoltaici, solari termici, mini eolici e geotermici; una occasione in più per rendere ancor più felice il connubio tra vino ed energia verde.

Cantine Aperte, è l’evento più importante che si svolge in Italia con protagonista il vino, la sua gente e i suoi territori. Da ben 17 anni, nell’ultima domenica di maggio, le cantine socie del Movimento Turismo del Vino aprono le proprie porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati del vino.
L’interesse verso l’evento è cresciuto notevolmente di anno in anno ed ha attirato sempre più l’attenzione di turisti e residenti, incuriositi dalla manifestazione ma soprattutto desiderosi di fare un’esperienza di grande valore culturale e umano. Dalle presenze registrate nelle ultime edizioni risulta evidente che sono soprattutto i giovani, da soli, in coppia o in comitive, che vivono Cantine Aperte, contribuendo ad animare le innumerevoli iniziative di cultura gastronomica ed artistica che fioriscono attorno all’evento, su iniziativa degli stessi vignaioli in tutto il Paese. Oltre ottocento cantine aperte e un milione di enoturisti entusiasti. Queste sono le cifre sorprendenti dell’ultima edizione, che dimostrano senza ombra di dubbio il successo della manifestazione e la correttezza della strada intrapresa dal Movimento. Un successo crescente dovuto al coinvolgimento di tutto il territorio nazionale ed alla conseguente consapevolezza dei produttori stessi che, con il passare del tempo, hanno visto svilupparsi potenzialità di accoglienza inattese. Il Movimento Turismo del Vino mira con sempre maggior convinzione a diffondere l’idea del grande giorno di festa del vino e dei suoi territori, allargando Cantine Aperte anche ad altri Paesi, europei ed extra europei, a forte caratterizzazione vitivinicola e con un legame altrettanto forte con le tradizione enogastronomiche.

Print Friendly
Share