Comunicato stampa del M5S Vicenza su AIM

Apprendiamo dalla stampa locale l’intenzione dell’Amministratore Unico e di AIM di muovere querela relativamente all’asserita diffamazione avvenuta nell’ambito della conferenza stampa tenutasi in data 26 aprile u.s. avente ad oggetto il gruppo AIM. In tale occasione è stata presentata un’analisi effettuata “da cittadini per i cittadini” senza tanti ROI, ROS, Ebit, ratio e spread ma focalizzando l’attenzione su alcuni elementi politicamente rilevanti nella gestione del gruppo.
Abbiamo citato anche i compensi per l’anno 2011 pari a 498 mila euro attribuendoli per errore materiale all’amministratore unico. Tale dato invece è riferibile agli amministratori nel loro complesso essendo, come peraltro detto nelle premesse, un’analisi di un bilancio consolidato di gruppo.  Cogliamo l’occasione per ribadire che il Movimento è per la trasparenza e quindi in tal senso va la rettifica del dato. Ciò premesso, e sempre nell’ambito del principio di trasparenza che è elemento imprescindibile della gestione della cosa pubblica, ai fini di far valutare ai cittadini l’efficiacia della gestione del Gruppo AIM, poniamo le seguenti domande per le quali ci aspettiamo doverosa risposta:
-.  Le consulenze corrisposte nel periodo 2008-2011 per l’ammontare di euro 5.314.038 a chi sono state affidate e per quali motivi?
-. I dirigenti dal 2008 al 2011 sono quasi raddoppiati: per quali mansioni sono stati assunti e quali i costi complessivi di questa assunzione?
-. AIM ha in essere un contratto derivato: per i cittadini che ci leggono si tratta di uno strumento finanziario complesso che può portare a risultati anche fortemente negativi, naturalmente a carico della collettività. Attualmente questo strumento sta generando flussi negativi di cui chiediamo l’ammontare. Chiediamo inoltre qual è l’istituto di credito controparte, chi ha autorizzato l’acquisto, se e in che termini questo strumento è stato rinegoziato.
-. Quali e quanti investimenti che esulano dal territorio vicentino sono stati realizzati nel periodo 2008-2012?
-. 317 milioni di debito attuale con 40 milioni di incremento nel periodo 2008-2011: il debito è un dato certo mentre la liquidazione delle immobilizzazioni spesso presenta criticità ed è ipotetica. Chiediamo pertanto quali e quante immobilizzazioni possono essere liquidate efficacemente per ripianare i debiti e con quali tempi?
-. Il 2011 presenta crediti commerciali in aumento e difficoltà di incasso crescenti mentre il fondo svalutazione crediti non ha subito alcun proporzionale adeguamento (è restato uguale al 2010). Per quale ragione?
-.  L’utile 2011 di 2,8 milioni di euro è costituito per 87% dalla plusvalenza che deriva da un’operazione straordinaria (alienazione del ramo discarica a società collegata SIA Srl). Quando termineranno le operazioni straordinarie, peraltro in ambito collegato, come faremo l’utile?
Queste domande sono fatte da cittadini per i cittadini per cui ci sia attende una risposta che non si rifugi in tecnicismi e che sia di facile comprensione ai più.
Una chiara gestione di AIM va a vantaggio non solo dell’utenza ma anche dei lavoratori occupati che hanno la nostra piena solidarietà in merito alle loro legittime preoccupazioni per l’uscita dall’in-house.
Contestiamo, infine,  con forza le affermazioni rese a mezzo stampa nell’articolo pubblicato su Il Giornale di Vicenza del 28 aprile u.s. relative al fatto che saremo stati asseritamente mossi da “malafede…, ….ignoranza…, …e fini biecamente elettorali” nella predisposizione dello studio sul consolidato AIM, ribadendo ancora una volta che la nostra intenzione è quella di stimolare una riflessione, la più ampia possibile, sulle criticità  del Gruppo e sulle possibili soluzioni.
Viceversa, in relazione alla caratterizzazione fortemente personale delle affermazioni offensive sopra riportate il Movimento si riserva di agire nelle competenti sedi a tutela della propria immagine e onorabilità.

Comunicato stampa M5S Vicenza su AIM

Print Friendly
Share