Comunicato sull'orario apertura uffici del Comune di Vicenza

Il sindaco Variati, per giustificare la promessa-minaccia del prolungamento dell’orario di apertura degli uffici comunali, è arrivato a dire di voler fare concorrenza a quelle banche che tengono aperto dopo le 19.
In fin dei conti è vero: i vicentini non vedono l’ora di trovare aperti anche gli uffici comunali fino a tardi e il sabato. E allo stesso modo i dipendenti non dormono la notte all’idea di saltare finalmente la cena in famiglia.
Tutto per fare dispetto alle banche, appunto. Per rubare i loro clienti.
Visto che ci siamo, nell’ottica di migliorare la macchina comunale, potremmo suggerire al “vecchio” Sindaco di organizzare spettacoli di animazione e un servizio catering nei corridoi degli uffici per intrattenere le folle di clienti in fila.

Tornando seri e con i piedi per terra, ci sono grosse criticità nel funzionamento della macchina comunale che vanno affrontate  e che nulla hanno a che vedere con la propaganda elettorale del sindaco. Turni più lunghi non comportano nuove assunzioni, ma più spese di gestione.
Sono necessarie ben altre misure: taglio degli sprechi, maggiore responsabilizzazione dei Dirigenti le cui paghe da capogiro giustificano ben altro tipo di prestazioni e di servizi, snellimento della burocrazia attraverso i servizi on line: in molti comuni è attivata da parecchi anni la possibilità offerta ai cittadini di stamparsi certificati anagrafici e di stato civile da casa. La politica del “vecchio” sindaco Variati è stantia e non fa intravedere alcuna novità all’orizzonte, dopo la stagnazione dei primi cinque anni di governo cittadino.

Ai vicentini diciamo che è ora di dare un grande segnale di cambiamento nell’amministrazione della nostra città: il 26 e 27 maggio hanno questa possibilità,votando Movimento 5 Stelle

Print Friendly
Share