Enrico Britti? Jack Frusciante è uscito dal gruppo

In relazione all’annuncio odierno della candidatura dell’ex attivista del Movimento 5 Stelle di Vicenza, Enrico Britti, nella lista Variati, il Movimento 5 Stelle esprime le seguenti considerazioni. Il nostro movimento rappresenta un’idea nuova di politica, in cui le idee contano piu dei personalismi. A differenza che nei partiti tradizionali, nel nostro movimento non c’è spazio per il narcisismo, poiché ciò che è importante sono le idee, il programma e la voglia di fare. Si chiama democrazia diretta poiché chi sceglie di aderire non pensa a candidature, poltrone o prebende ma solo a ciò che è giusto. Nel momento in cui Enrico Britti, a quanto ci ha riferito egli stesso durante il suo periodo di attivismo, ha militato in un partito della destra prima, poi è venuto al Movimento 5 Stelle ed ora è finito nella lista di Variati, ci sembra che la sua parabola politica, ad oggi, sia la dimostrazione “scientifica” che non avesse colto il significato del fare politica nell’unico movimento di cittadini oggi esistente in Italia.
Nel puntualizzare ciò, cogliamo l’occasione per ricordare che Britti aveva scelto di militare con noi (e si era candidato alle nostre primare per la carica di Sindaco di Vicenza, poi vinte da Liliana Zaltron), perché riteneva deleteria la politica dell’amministrazione Variati e voleva perciò combatterla con tutte le forze.

Print Friendly
Share