Il fallimento di Variati sulla TAV è su tutta la linea

TAV VICENZACOMUNICATO STAMPA

Il sondaggio, appena concluso, sulla TAV/TAC a Vicenza è l’ultimo atto di una farsa che dura da quasi due anni.

Evidentemente la maggioranza che governa la città vive in un mondo a parte, dove è lecito dire tutto ed il contrario di tutto, dove prima c’è “il profumo del futuro” e le soluzioni sono “conditio sine qua non”, tunnel sotto Monte Berico compreso, poi si smonta tutto e si ricomincia da capo, come un gioco.

Il Sindaco puntando, ma non poteva sapere gli sviluppi della situazione, sul cavallo sbagliato, cioè l’ex ministro Lupi, ha costretto il Consiglio Comunale a votare in tutta fretta, durante le feste natalizie, uno studio di fattibilità con soluzioni fantasiose e senza analisi dei costi. Studio che è stato “smontato” già nelle prime pagine dell’analisi comparativa prodotta da RFI, e ora deve arrampicarsi sugli specchi per salvare il salvabile.

Analizziamo la situazione attuale:

il “corridoio 5” non esiste più – Francia, Portogallo e Ucraina si sono tirate indietro – non ci sono finanziamenti Europei

lo studio di fattibilità “De Stavola”(studio inutile pagato coi soldi dei vicentini) si è sciolto come neve al sole

RFI abbandona lo studio dicendo che la stazione in Fiera non ha senso, avendo analizzato ben quattro scenari diversi (analisi anche queste pagate con i soldi degli italiani)

il sondaggio “Delphi”, (anche questo inutile e pagato coi soldi dei vicentini) non è mai stato l’oracolo che doveva essere

l’ultimo sondaggio, (ulteriore, inutile e purtroppo anche questo pagato con i soldi dei vicentini) tanto reclamizzato come aperta e palese manifestazione di democrazia partecipata, si è rivelato un flop.

A tutto si aggiunge, ancor più grave, la leggerezza con cui si sostiene un progetto faraonico di elevato e sicuro impatto sul debito pubblico e di scarsa utilità sociale.

L’amministrazione non ha capito che sono altre e ben diverse le cose di cui c’è bisogno, sia nei trasporti che negli altri ambiti.

Non resta che prendere atto del fallimento e invitare Sindaco e Giunta a dimettersi!!

Liliana Zaltron

Movimento 5 Stelle – Vicenza

Print Friendly
Share