Fondazione Roi, il PD sonnecchia, Variati tace, la fondazione perde

Fondazione RoiCOMUNICATO STAMPA

Il comunicato del Partito Democratico di Vicenza sulle vicende della Fondazione Roi non brilla per tempestività -è da mesi che se ne parla- e neppure per l’analisi presentata che risulta essere molto generica.

Per essere più chiari, non ci sembra che, in ambito finanziario, la Fondazione si sia dimostrata  un soggetto all’altezza dei capitali che gestiva. Dai dati pubblicati è infatti emerso che il patrimonio della Fondazione era investito, per una parte molto significativa, in una sola società, non quotata.

C’è inoltre un altro fatto importante da sottolineare: la direttrice dei Musei Civici, Dott.ssa Avagnina, è stata membro del CdA della Fondazione ROI da prima di maggio 2009, data della morte del marchese Roi, fino ad agosto 2013 data del suo pensionamento, quindi in anni significativi per questa vicenda.

In tale ambito ancora in data 06/03/2016 abbiamo presentato in Comune una interrogazione, alla quale abbiamo avuto risposta solo parziale , di cui riportiamo le domande più salienti a tutt’oggi  inevase:

-E’ possibile che l’amministrazione Variati non abbia mai saputo né la consistenza del patrimonio della Fondazione, né l’allocazione finanziaria del patrimonio stesso?

-E’ possibile che non abbia notato l’anomalia in essere e cioè il contrario dalla prima regola da seguire negli investimenti finanziari, quella  di diversificare gli ambiti in cui si alloca un patrimonio?

-Esiste verbale del CDA in cui il rappresentante del Comune o altri abbiano espresso un qualunque dubbio, dissenso o critica a tale modalità di gestione?

Stiamo aspettando e speriamo che le risposte arrivino nel minor tempo e con la maggiore chiarezza possibile

 

Liliana Zaltron

Movimento 5 Stelle Vicenza

Print Friendly
Share