I costi della campagna elettorale e la trasparenza del M5S

Sedi in centro, spazi pubblicitari, merchandising di ogni tipo. Da elettori e contribuenti è lecito chiedersi: “dove trovano tutti questi soldi i politici per finanziare la campagna elettorale?”
Quanto abbiano speso Variati e soci per le vetrine in affitto, gli striscioni nelle piazze o per i banner e le inserzioni online a pagamento, non è dato sapere. Né sappiamo se abbiano rendicontato le spese elettorali e la provenienza dei finanziamenti.
Di fronte a tanta ostentazione, siamo comunque fieri di poter dire che la nostra campagna elettorale è finanziata interamente di tasca nostra e senza chiedere un soldo a nessuno! Ci autofinanziamo, autotassiamo, e non sprechiamo soldi, come farebbe un “buon padre di famiglia”.
I cittadini di Vicenza lo devono sapere: dietro al Movimento 5 Stelle c’è solo la gente comune!
Non riceviamo finanziamenti pubblici né privati e accettiamo solo donazioni volontarie ai nostri banchetti e agli eventi pubblici. E’ così che paghiamo i nostri volantini, i -pochi- manifesti, le sale per gli incontri pubblici, ecc.
Ne andiamo orgogliosi e per questo motivo abbiamo deciso di pubblicare il rendiconto delle nostre spese e invitiamo gli altri candidati (e il microcosmo di liste che li sostengono) a fare altrettanto.
Una politica trasparente e senza soldi è possibile. Noi ne siamo la dimostrazione.

L’onestà andrà di moda

Beppe Grillo

Print Friendly
Share