Il Piano Interventi e l’arma di distrazione delle primarie-farsa

E’ una settimana decisiva per la vita di Vicenza, malgrado a Palazzo Trissino si faccia tutto il possibile per nasconderlo ai cittadini. La maggioranza del sindaco della Prima Repubblica Achille Variati si appresta a varare in tutta fretta il Piano degli Interventi, ovvero l’insieme degli accordi e dei progetti specifici contenuti nel PAT (Piano di Assetto del Territorio: in pratica, il vecchio Piano Regolatore).
L’attuale Piano Regolatore, fatte salve alcune varianti e modifiche, è ancora il vecchio “Piano Marconi” del 1958; istituire un nuovo piano significa assumersi una grande responsabilità storica, perché si cambia la faccia della città per i prossimi decenni. A maggior ragione se approvato a fine mandato, come arma elettorale, ipoteca su un nuovo mandato, e con un tour de force di appena una settimana, tacendo o mettendo in secondo piano i punti critici come le colate di cemento residenziale previste ovunque.

© Bertolotti - De Pirro

I cittadini di Vicenza e i comitati che li rappresentano non sono stati minimamente coinvolti, se non come meri auditori a qualche assemblea di facciata e il Piano degli Interventi si preannuncia la solita cambiale elettorale in bianco che i cittadini dovranno pagare ad uso dei costruttori e cementificatori. Se la democrazia è partecipazione, allora questa giunta di centrosinistra non è stata e non è assolutamente democratica.
Ancora oggi, anziché concertare il piano con i vicentini, si tenta di distrarre il dibattito pubblico da decisioni vitali come quelle urbanistiche con l’espediente delle primarie-burla dal vincitore già annunciato (sempre lui, Variati). I cittadini di Vicenza, però, non si faranno prendere in giro da simili armi di distrazione di massa.
Il MoVimento 5 Stelle intende dare battaglia per ristabilire un vero confronto aperto e diradare la cortina di silenzi e belle parole della politica dell’affare, presentando insieme le idee e le proposte alternative raccolte fra i cittadini in questi mesi. A breve, infatti, presenteremo la nostra prima “stella”, il primo punto del nostro programma per Vicenza, che sarà proprio quella della mobilità e dell’urbanistica.
Ci vediamo in consiglio comunale. Sarà un piacere.

Movimento 5 Stelle Vicenza

Print Friendly
Share