Il Piano Interventi e le armi di distrazione di Variati (parte seconda)

Vicenza, 24 ottobre 2012. Si conclude una 72 ore che ha visto l’approvazione del Piano Urbano della Mobilità e del Piano degli Interventi in Consiglio Comunale. Il futuro della città deciso in fretta e furia, senza coinvolgere o ascoltare i cittadini.

© Happy Caps

Reduce da una simile vittoria, in serata il Sindaco Variati, anziché comunicare ai cittadini l’epocale traguardo, commenta su Facebook un post di Beppe Grillo sulla (mala)informazione.
Molto meglio che affrontare temi come la galleria sotto Monte Berico, l’inutile e dannoso parcheggio previsto all’ex-Gil, o magari ragionare su un’alternativa alla bretella lungo il Bacchiglione per collegare l’ingresso sud-ovest della base Dal Molin con la Tangenziale Nord. Un tracciato spuntato fuori dal nulla, che va contro la determina del Ministero della Difesa del 2007 che definiva l’ingresso a Nord e con tanto di check-point che, nonostante gli emendamenti approvati “per non cedere gli argini del Bacchiglione”, di fatto allarga il perimetro della base alla sponda occidentale del fiume, con un’opera impattante e superflua in un’area già compromessa e fragile. Poco importa che, come recepito, non saranno i cittadini a Vicenza a pagarla. Sempre che, oltretutto, queste garanzie valgano davvero qualcosa, memori dei cinque punti votati dal Consiglio nel 2006, vincolanti per la costruzione della base e interamente disattesi.
Si fa finta di niente, ricorrendo alla distrazione di massa…ma va bene così: come ora i partiti ignorano i cittadini, presto i cittadini ignoreranno loro. Qualcosa sta cambiando davvero, in tutta Italia.
Per il Movimento 5 Stelle, questo Piano degli Interventi è carta straccia. E’ stato approvato da persone che non rappresentano gli interessi dei cittadini, perciò non vale nulla.
Questa forzatura in extremis per ipotecare il prossimo mandato sarà probabilmente la pietra tombale della seconda repubblica a Vicenza.
Martedì prossimo presenteremo ai cittadini la prima stella del Programma 1.0 per Vicenza del Movimento 5 Stelle, che riguarda proprio la mobilità e l’urbanistica.
Programma 1.0 significa che resterà aperto al feedback dei cittadini, delle categorie e dei comitati fino a primavera. Ci vediamo in consiglio comunale (non per parlare di Beppe Grillo).
Sarà un piacere
MoVimento 5 Stelle Vicenza

Print Friendly
Share