Le nostre amministrazioni locali e l''energia.

Si parla di una nuova centrale elettrica di accumulo in provincia di Vicenza. L”Assessore all”Agricoltura della Provincia di Vicenza, on.Luigino Vascon, e Diego Meggiolaro, Presidente della Associazione di categoria Coldiretti si sono incontrati per concordare una forte e condivisa preoccupazione per la sottrazione costante e progressiva di territorio all”agricoltura. Concordi entrambi con il Presidente della Provincia Schneck che “se da una parte infatti va rispettata l”esigenza di approvvigionamento elettrico dall”altra, come ente territoriale, non possiamo far finta di non vedere le preziosità esistenti sul territorio messe a rischio da alcuni interventi.”. Scopo dell”incontro è chiedere alla Regione e alla ditta appaltante un intervento supplettivo per ridurre al minimo l”impatto ambientale, che le decisioni che riguardano il territorio, coinvolgano Provincia e categorie e chi vive e conosce il territorio, scegliendo zone idonee e meno impattanti possibili.

Contemporaneamente sul fronte energetico il neo Presidente della Regione Veneto Zaia dichiara che non c”è posto qui per una centrale nucleare. Poi ritratta sibillando che se qualcuno gli fa vedere dove posizionarla e se è sicura… non nascondendo che ritiene il nucleare una scelta che si doveva fare, e poi aggiunge come per smacchiarsi dei cupi interessi che sta difendendo, ricordandoci che esistono anche le produzioni di tipo fotovoltaico.

L”amministrazione provinciale leghista si è quindi accorta dell”importanza del consumo del territorio e l”amministrazione regionale leghista ha timori e rispetto di chi non vuole certe oscenità a casa propria. Staremo a vedere.

Print Friendly
Share