Liliana Zaltron c’è

Per puro dovere di cronaca, pubblichiamo il testo che ci riguarda che è apparso il 19 gennaio su VicenzaPiù, senza aggiungere alcun commento, tranne quello che vediamo con piacere come la stampa parli di noi, per l’impegno che mettiamo anche quando siamo nelle piazze tra la gente.

Sarà perchè i media sono tutti concentrati sulle politiche e, cosa triste, su chi è candidato al quinto piuttosto che al decimo posto con ciò dimostrando quanto siano elevati gli slanci ideali e l’interesse al bene comune di chi vorrebbe rappresentarci in parlamento, ma di questioni locali non è che poi si riempiano i giornali. Per questioni locali non intendiamo se mettere a posto una buca in riviera Berica con i soldi della cessione della società autostradale piuttosto che con la riduzione degli sprechi, che so, delle retribuzioni comunali e delle spese voluttuarie di certe municipalizzate, ma della diversa visione della città che i vari movimenti hanno. Per poterli valutare in termini di proposte e progetti e non perchè capolista è Pippo, numero due Pluto e ultimo, ovviamente Paperino. E in questo silenzio sul confronto delle idee o anche solo per sapere chi ne ha e chi no spicca a Vicenza la debole presenza sui media del Movimento 5 Stelle. Parlare delle divisioni e delle manovre di corridoio paga, chi si può immaginare. Ma fa fatica ricordare che è sempre ai gazebo che parlano ai cittadini, anche quelli non internet-auti, Liliana Zaltron, la candidata sindaco, signora, mamma, bancaria e magari troppo rassicurante da volerne capire il perchè della sua scelta al posto di Laura Treu. Noi oggi l’abbiamo fotografate in Piazza Castello. Noi c’eravamo a fare il nostro lavoro. Lei anche

Print Friendly
Share