Manzato, l’agricoltura non si difende solo con lo yogurt

Apprendiamo e condividiamo la soddisfazione dell’assessore Manzato per esser riuscito a stoppare la proposta  di produrre yogurt italiano utilizzando latte in polvere o concentrato. (fonte VicenzaPiù)

Nonostante questa positiva presa di posizione, reputiamo insufficiente l’impegno in difesa dell’agricoltura Veneta e chiediamo all’assessore come pretende di tutelare il territorio e l’economia privata agricola mentre  i suoi colleghi portano avanti in regione opere inutili e distruttive del territorio.

Facciamo l’esempio dell’autostrada pedemontana veneta che divorerà km quadrati di terreni agricoli, demolendo il marchio dop dell’asparago, delle ciliegie del radicchio.  Emblematica è anche l’azione di incoraggiamento verso Coldiretti e le associazioni di categoria, esortate a consigliare caldamente i proprio iscritti a cedere i terreni per gli espropri per la realizzazione dell’inutile opera.

Citiamo inoltre il collegamento autostradale delle Torricelle a Verona, Veneto City, il tentativo di conversione a carbone “pulito” (davvero una chicca) della centrale di porto Tolle.

Opere a debito che priveranno oltre che dei terreni anche di fondi destinati all’agricoltura.

Andando avanti così di “made in Italy” o meglio, “made in Veneto” ci sarà solo cemento.

Print Friendly
Share