Quelli che il 2008

Aspettando il discorso del Presidente Italo-Statunitense Giorgio Napolitano, messaggio di inizio anno agli italiani:

A Quelli che il sabato io vado al centro commerciale, perché il diritto allo shopping è sacrosanto
e tutti gli altri possono essere calpestati.
A Quelli che la benzina è un diritto divino.
A Quelli che il Presidente della Repubblica rappresenta l’unità nazionale, ma solo nella Carta perché all’estero il territorio lo svende.
A Quelli che le guerre fanno bene all’economia perché aumentano il PIL.
A Quelli che mancano 300 giorni alla pensione e a quelli che non la vedranno mai.
A Quelli che le morti bianche è quando fai un incidente sulla neve.
A Quelli che il V-Day è qualunquismo e Studio Aperto è telegiornale d’informazione.

A tutti voi: felice 2008.

Io ho un sogno: vorrei svegliarmi domani ed essere orgoglioso della parola “Italiano”.

Aiutatemi a realizzare questo sogno.

Un amico del Grillo

Print Friendly
Share