Qui si rifà l'Italia o si muore!

Del Movimento 5 Stelle si sente tanto parlare, eppure ancora troppi lo conoscono superficialmente.
Penso sia importante far conoscere meglio ai vicentini alcuni punti fondamentali per capire la vera rivoluzione che il M5S sta portando nella politica italiana.

Il M5S è una realtà e andrà in Parlamento
I sondaggi variano continuamente e dobbiamo stare attenti anche a chi li fa. Il M5S scardina molti insani equilibri e ha molti nemici, ma visto il trend dell’ultimo anno potrebbe anche superare il 20% alle prossime elezioni.
Vale la pena di dedicare un po’ di tempo per conoscere questa realtà e, se si condividono motivazioni e programma, non limitarsi a votarlo.
Promuovi anche tu il cambiamento. Condividi queste informazioni! Sarà un avvenimento storico e partecipare è importante e necessario. Qui si rifà l’Italia o si muore (di stenti).

Come e perché nasce il M5S
Seguo Grillo da molti anni e ricordo che ai suoi spettacoli le persone lo invitavano a entrare in politica dicendo che l’avrebbero votato. Grillo iniziò poi a promuovere la nascita di gruppi che discutessero di problemi specifici del territorio proponendo soluzioni da portare alle amministrazioni pubbliche eazioni referendarie. Sono i famosi Meetup, oggi più di 700 in tutto il mondo.
Arriva il giorno del V-Day, nel 2007. I volontari del M5S raccolgono 350.000 firme (ne bastavano 50.000) per la presentazione di una legge di iniziativa popolare con tre punti: incandidabilità dei condannati, limite di due legislature per i parlamentari e voto di preferenza per le elezioni. Bello vero? Bello per il Popolo Italiano ma non gradito ai politici, essendo gli stessi che hanno approvato il lodo Alfano, lo scudo fiscale, i condoni, l’indulto, le leggi ad personam, il porcellum, i giochi d’azzardo, il falso in bilancio, la prescrizione ecc. Sono i politici “pianisti”, che votano per gli assenti, che stanno lì solo per il vitalizio. Ecco perché noi cittadini, noi Popolo Italiano, dobbiamo assolutamente proporci e votarci alle elezioni ed entrare democraticamente nelle istituzioni: per sostituire questa classe politica, spesso corrotta e inefficiente che si disinteressa della nostra volontà.
Con questa finalità Grillo nel 2009 –dopo l’esperienza delle liste civiche comunali e regionali- crea il Movimento 5 Stelle.

Il M5S è l’unico soggetto politico che rispetta la volontà del Popolo Italiano
Innanzitutto il M5S rifiuta i finanziamenti pubblici, come stabilito dal 90% italiani che, con il referendum del 1993, votarono per abrogarli. Per aggirare il referendum la classe politica ha trasformato i finanziamenti in “rimborsi elettorali”, prendendosi gioco di noi per vent’anni. Questi rimborsi, tra l’altro, non vengono calcolati in base alle spese effettive (vedi “La casta” di Rizzo e Stella) e sono lievitati, fino alla cifra spropositata di 180 milioni di euro all’anno. Per il 2013 sono previste delle riduzioni, ma la volontà del Popolo continua a essere disattesa.
Il M5S nel 2010 ha rifiutato 1.700.000 euro. Quest’anno con le elezioni regionali in Sicilia ha rifiutato una cifra che dovrebbe essere di superiore a 800.000 euro. Ad oggi è l’unico soggetto politico ad aver rifiutato i finanziamenti statali rispettando la volontà degli Italiani. Quindi ha già fatto qualcosa di concreto e ci ha fatto risparmiare. Sopravvive e opera tramite l’autofinanziamento di attivisti, sostenitori e simpatizzanti. (per fare una donazione: www.beppegrillo.it/movimento/donazioni ).
Il M5S è nato per portare i cittadini dentro le istituzioni e i suoi candidati eletti sono la voce, gli occhi e le orecchie dei concittadini al loro interno. I candidati eletti del M5S fino ad oggi sono gli unici ad essersi ridotti spontaneamente lo stipendio: il tetto massimo è fissato a circa 2.500 euro netti al mese.
Assieme al M5S noi italiani possiamo veramente cambiare il Paese.

Chi sono i candidati del M5S
I requisiti per poter essere candidato nel M5S per le elezioni del 2013 sono: essere incensurato; non essere iscritto a partiti politici; essere già stato candidato per il M5S. (Per conoscere i candidati alle elezioni Politiche Nazionali della Circoscrizione 7, l’elenco è visibile a questo link: www.beppegrillo.it/votazioni/candidati/circoscrizione_7.html).
Oggi in Parlamento sono in cento tra condannati, imputati, indagati o prescritti, senza distinzione tra destra e sinistra (fonte: Fatto Quotidiano). Non è naturale pretendere che chi decide il nostro futuro e amministra beni pubblici, cioè nostri, per miliardi di euro abbia per lo meno la fedina penale pulita? Nessuno lascerebbe gestire il proprio patrimonio da un condannato, specialmente se condannato per corruzione, peculato o per atti ai danni dell’amministrazione.
I candidati del M5S, scelti con votazioni online dagli utenti registrati, sono prevalentemente persone tra i 35 e i 45 anni, di varia estrazione sociale: imprenditori, liberi professionisti, impiegati pubblici e privati, professori, operai ecc. (da notare l’elevata presenza femminile: più del 60%).
Non sono dei nominati. Vengono dalla vita reale e conoscono bene i problemi che affliggono la società per esperienza personale, a differenza dei politici di professione in Parlamento da decenni. Avranno il compito di portare alla luce del popolo cosa accade dentro al Parlamento.

Come possiamo “aiutare” i soliti vecchi partiti
La classe politica degli ultimi 20 anni ci ha portato a raggiungere un debito pubblico di 2.000 miliardi di euro. E’ giusto ritenere che non sia stata in grado di amministrare lo Stato Italiano? Se si fosse trattato di amministrare un’azienda privata sarebbero già stati mandati a casa da un bel po’! Non possiamo più delegare a loro l’amministrazione del Paese, sarebbe irresponsabile. Dobbiamo per forza farlo noi cittadini onesti. Il M5S è nato proprio per dare la possibilità ai cittadini di entrare nel palazzo, invece di restare a guardare e a subire le scelte dei partiti e dei loro leader, che sono sempre gli stessi (Berlusconi, Bersani, Casini, Fini, Maroni ecc.).
Questa classe politica ha giocato le sue carte per decenni e ora ci troviamo a dover sostenere lo spaventoso debito da loro creato, che grava maggiormente sulla classe media, sul cittadino comune. Il solo modo per avere una tassazione equa è avere un’Italia ben amministrata, dove il ricco non porta il suo capitale all’estero e le famiglie riescono a garantirsi una vita serena e dignitosa. La classe politica della seconda repubblica ha fallito il suo compito e noi abbiamo l’obbligo e la responsabilità di mandarli a casa.

Perché ho scritto questo testo
E’ importante che ognuno di noi si interessi di politica, perché si tratta dell’organizzazione sociale del nostro futuro e di come vivremo. Di qualunque orientamento politico tu sia, se sei d’accordo che la politica deve essere trasparente e al servizio del Popolo, che chi ruba sia indegno di amministrare i nostri beni, che i continui scandali siano il sintomo di una politica malata, ti invito a cercare un soggetto politico diverso dai soliti, associandomi al target=”_blank”>messaggio di fine anno di Grillo: vota per chi vuoi, purché non sia uno dei soliti partiti responsabili della condizione in cui ci troviamo. Scegliamo chi deve andare in Parlamento in base quello che ha fatto o non ha fatto, in base alla fedina penale pulita e al rispetto che ha per la volontà del Popolo (in tutti e tre i casi, non si salva nessuno dei partiti noti). Ma soprattutto scegliamo di andarci noi cittadini.
Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” (Gandhi).

L’Italia, il nostro grande Paese sta per entrare in un’epoca che rimarrà nella storia al pari del Rinascimento e del Risorgimento. Credici!

Credici, il M5S sarà l’outsider delle prossime elezioni!
Credici, il M5S è fatto dal popolo per il popolo!
Credici, possiamo avere un Parlamento Pulito, non sprechiamo le prossime elezioni!
Credici, la Casta non cambierà mai se stessa. Il M5S è la sola vera alternativa!
Credici, il M5S potrebbe veramente vincere le prossime elezioni!

Auguri di buon duemilacredici (crediamoci tutti assieme)!

Moreno Rodighiero

Print Friendly
Share