Regionali 2010: un po' di numeri.

Nella provincia di Vicenza hanno votato 462.781 elettori, ossia il 67,49% degli aventi diritto (al di sopra della media nazionale), quindi il restante 32,51% o aveva un impegno improrogabile accupante sia domenica e che lunedì oppure ha volutamente deciso di non presentarsi al seggio. Sarebbe interessante capire le motivazioni di tale gesto.

Il candidato governatore della nostra lista civica, David Borrelli, é stato votato da 13.837 persone (3,09%) mentre la lista civica provinciale é stata votata solo da 9.719 elettori (2,38%). Quindi circa il 30% degli elettori del candidato Presidente del MoVimento 5 Stelle non hanno votato la lista provinciale, barrando il simbolo a sinistra della scheda elettorale. Perché?

Alla luce di questo dato si possono ricavare due informazioni: da un lato una incorretta informazione nei volantini elettorali, in quanto non abbiamo specificato chiaramente la modalità corretta di voto; se l’avessimo fatto, lo scarto fra i voti a Borrelli e i voti alla lista sarebbero notevolmente diminuiti. Dall’altro lato una scarsa informazione a livello dei media nazionali, sia sotto il punto di vista pubblicitario sia per quanto riguarda la spiegazione delle modalità di voto.

La nostra lista provinciale si é affacciata per la prima volta nella scena politica:

  • Lega Nord: (38,11%)
  • PDL: (25,27%)
  • PDmenoelle: (17,77%)
  • UDC (Unione Dei Carcerati: (4,88%)
  • Italia dei Valori: (4,32%)
  • MoVimento 5 Stelle: (2,38%)

Si vede chiamaramente che siamo la 6a forza politica nella provincia, a ridosso dei grandi partiti nazionali e superando partitini molto più esperti e conosciuti di noi.

Guardando più a fondo notiamo che le preferenze totali (1.375) sono distribuite nel seguente modo:

  1. Treu Laura: 478 preferenze
  2. Tisato Valentina: 293 preferenze
  3. Bortolazzi Elena: 154 preferenze
  4. Sartori Martina: 122 preferenze
  5. Tonellotto Luca Antonio: 95 preferenze
  6. Todesco Matteo: 93 preferenze
  7. Rigon William: 77 preferenze
  8. Braggio Carlo: 63 preferenze

Singolarmente si nota facilmente che le candidate donne hanno ricevuto più preferenze dei candidati uomini. Nella nostra lista provinciale siamo stati orgogliosi di avere pari numero tra candidati uomini e donne; questo risultato a mio parere significa che le donne nel MoVimento (o almeno nel nostro Meetup provinciale) sono una risorsa inestimabile per le attività associative del gruppo.

I dati sono tratti dal sito del Ministero dell’Interno. Le valutazioni accessorie sono esclusivamente personali dell’autore di questo articolo, Jacopo Peloso, nonché Responsabile di questo blog.
Print Friendly
Share