Scarichi urbani, Italia deferita alla Corte Ue

Non in regola 178 Comuni, località balneari comprese.

Depurare? Un optional. Addirittura 178 grandi e medi Comuni, fra i quali capoluoghi di provincia e rinomate località balneari come Capri, Ischia, San Remo, Albenga non sono in regola con la normativa europea relativa al trattamento degli scarichi urbani. Per questo l’Italia è stata deferita alla Corte di Giustizia dell’Ue.

L’Aduc ha pubblicato ieri l’elenco dei centri urbani inadempienti. Le prescrizioni europee risalgono a 19 anni fa, e per mettersi in regola c’era tempo fino al 2000.

Insieme all’Italia, è stata deferita alla Corte di Giustizia anche la Spagna, dove però i Comuni inadempienti sono solo 38.

Secondo i dati forniti dall’Aduc, si trovano in Sicilia 74 dei 178 Comuni non in regola: fra gli altri Agrigento, Caltanissetta-San Cataldo, Ragusa, Trapani-Erice.

Le altre posizioni in cima alla classifica dell’inadempienza sono occupate da Calabria (32 Comuni, fra cui Crotone, Lamezia Terme, Reggio Calabria), Campania (23 Comuni, compresi Avellino, Benevento, Salerno, parte di Napoli), Liguria (Imperia, La Spezia, parte di Genova…).

La direttiva 91/271/CEE prescriveva che entro il 31 dicembre 2000 i centri urbani con oltre 15.000 abitanti si dotassero di sistemi adeguati per il convogliamento e il trattamento delle acque.

E’ importante sia per la sanità pubblica sia per l’ambiente: gli scarichi non trattati possono contenere virus e batteri, e portano con sè sostanze come l’azoto e il fosforo. Esse, quando raggiungono i corsi d’acqua e il mare, favoriscono la crescita eccessiva di alghe che soffocano le altre forme di vita. La cosiddetta eutrofizzazione.

Dal momento che un elevato numero di città stentava a mettersi in regola, nel 2004 l’Italia ha ricevuto una prima lettera di diffida. Una seconda e ultima lettera è stata spedita all’Italia nel febbraio 2009. Finchè, la settimana scorsa, la Commissione Europea ha deferito l’Italia alla Corte di Giustizia.

Su la Stampa Italia deferita alla Corte europea per le acque reflue

Dall’Aduc l’elenco dei 178 Comuni che non rispettano le norme europee sulla depurazione degli scarichi

http://www.blogeko.it/2010/scarichi-urbani-italia-deferita-alla-corte-ue-non-in-regola-178-comuni-localita-balneari-comprese/

Print Friendly
Share