Scuola, manutenzione e sicurezza. Come saranno utilizzati gli stanziamenti economici?

Manteniamo alta l’attenzione sulla scuola. Di seguito la nostra interrogazione.

Oggetto: aggiornamento e specifiche di quanto già richiesto sia con interrogazione n. 78 del 20/12/2013 (avente ad oggetto lo stato di manutenzione e di sicurezza della scuola dell’infanzia di Via Dalla Scola, 51) che con interrogazione del 15/07/2013 (avente ad oggetto il livello di sicurezza delle scuole pubbliche presenti sul territorio comunale).

 

PREMESSO quanto già evidenziato nell’interrogazione n. 78 in oggetto riguardo alla priorità assoluta della sicurezza delle persone per l’amministrazione di una città e del nostro dovere come consiglieri comunali di farci portavoce delle istanze di ogni cittadino;

PRESO NOTA della lettera di Renzi “Sindaci, segnalate una scuola da riparare”, rivolta a tutti i Sindaci d’Italia affinché comunichino, direttamente a Palazzo Chigi ed entro il 15/03/2014, un edificio scolastico del comune che necessita di riparazioni e/o di ristrutturazioni;

CONSIDERATA la fondamentale importanza del corretto funzionamento e dell’attuazione degli interventi di adeguamento previsti per la messa in sicurezza degli ambienti scolastici come, tra l’altro, risulta dalle linee programmatiche di mandato 2013-2018 dell’amministrazione in carica – al punto “Monitoraggio e manutenzione delle scuole”;

ASCOLTATA la segnalazione pervenuta di un cittadino la cui figlia frequenta la Scuola dell’infanzia S. Pio X ubicata in Via Dalla Scola, 51 oggetto della medesima interrogazione n.78 di cui sopra;

VALUTATA la risposta dell’Amministrazione Comunale del 21/01/2014 all’interrogazione n. 78 in oggetto;

La sottoscritta Liliana Zaltron, in qualità di consigliere comunale, chiede:

  • Di specificare in dettaglio quanto richiesto ai punti 1, 2, 3 e 4 dell’interrogazione del 15/07/2013 non chiariti esaustivamente nel documento in risposta del 21/01/2014, in particolare per quanto concerne lo stato e le condizioni statiche e di manutenzione degli edifici scolastici oltre all’indicazione se tutti gli edifici scolastici siano in possesso dei certificato di agibilità e/o abitabilità e le ragioni dell’eventuale mancato possesso dei certificati di conformità degli impianti tecnologici, idrici ed elettrici. Cosa intende fare, nel concreto, l’Amministrazione negli edifici per i quali , a seguito del monitoraggio effettuato, siano state riscontrate delle esigenze di manutenzione?
  • Di informare sui tempi di intervento per il ripristino dei servizi igienici posti sul piano superiore della Scuola dell’Infanzia S. Pio X – Circ. 3 – Via Dalla Scola, 51;
  • Realizzato l’intervento per la messa in sicurezza provvisoria della colonna di calcestruzzo (interessata da infiltrazioni d’acqua) presente nella medesima scuola, si chiede quando sarà possibile intervenire in modo definitivo sulla struttura della colonna;
  • Di indicare nel dettaglio i nomi delle 6 scuole beneficiarie di apposito finanziamento presso le quali verranno avviati i lavori per la realizzare di migliorie sul comportamento sismico delle strutture, specificando anche le tempistiche di intervento;
  • Di comunicare, come richiesto da Renzi nella lettera sopra menzionata, il nome e l’indirizzo della scuola che è stata selezionata, accompagnato dall’indicazione delle motivazioni della scelta e da un riassunto sintetico, come richiesto, sul valore dell’intervento, sulle modalità di finanziamento scelte dell’Amministrazione, nonché sulle tempistiche di realizzazione dei lavori.

Liliana Zaltron

Print Friendly
Share