Tag: Ambiente

Oasi di Casale: l’assessore si preoccupa più del “danno” erariale di circa 14.000 euro che del danno ambientale?

E’ “stufo di perdere tempo” dice  l’assessore Dalla Pozza.   E’ stanco di dedicare il suo tempo ad ascoltare i cittadini, quei cittadini che da anni chiedono di essere tranquillizzati, quei cittadini che sono preoccupati per un possibile inquinamento che potrebbe avere avuto e avere ancora ripercussioni pesanti sulla loro salute.   E’ stato  presentato

Share



Recupero dell’Oasi di Casale, ma rimangono i dubbi sull’inquinamento!

La Giunta comunale qualche giorno fa ha approvato l’intervento, programmato per settembre, all’Oasi di Casale di Vicenza che prevede la spesa di 85.000 euro per il recupero della zona degli stagni per contrastarne l’interramento e l’inaridimento. Premesso che siamo pienamente consapevoli dell’importanza di preservare zone come l’Oasi di Casale, ricordiamo al Sindaco ed all’Assessore competente

Share



Asfalto rovente

Comune di Vicenza Consiglio Comunale Gruppo Consigliare Movimento Cinque Stelle     Al Sig. Sindaco Al Sig.Assessore delegato Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale   INTERROGAZIONE   Premesso  che: malgrado le ingenti  risorse messe a disposizione per gli interventi stradali dall’Amministrazione Comunale provenienti dalla vendita delle quote di partecipazione del Comune della Società Autostrade S.p.A,

Share



Gli illusionisti

É del poeta il fin la meraviglia, scriveva Gianbattista Marino e ben volentieri avrebbe adattato le stesse parole ai politici nostrani, che spesso non si fanno scrupolo di ricorrere a poco nobili artifici dialettici, con l’intento di evocare nei loro concittadini spettatori stupore e meraviglia, facendo apparire reale qualcosa di inesistente. C’era da aspettarselo forse, che prima o

Share



L'olocausto verde di Dalla Pozza

In principio venne il pioppo nero di Borgo Scroffa. Dava fastidio, proprio in mezzo all’incrocio. Nessun problema: nottetempo, durante il ponte dell’Immacolata, il pioppo sparì per lasciare posto a una bella rotatoria. L’amministrazione comunale riferì poi che l’albero era gravemente “malato”. Si trattava quindi di eutanasia. E ci vuole una certa sensibilità per capirlo. Era

Share