Tag: pm10

Inquinamento: siamo arrivati a quota cento!!!!

Comunicatoi Stampa. Cento giorni in cui in città le polveri sottili hanno superato il livello di guardia. E pensare che in data 14/10/2015 l’assessore alla Progettazione e Sostenibilità Urbana, Dalla Pozza, aveva dichiarato rispondendo ad una nostra interrogazione, che “l’aria di Vicenza è da considerarsi buona”. Ora, invece, si corre ai ripari con misure d’emergenza,

Share



Salute e inquinamento, l’aria è scadente: il grafico dell’ARPAV smentisce l’Assessore

Il Comune di Vicenza, nella persona dell’Assessore Dalla Pozza, risponde ad una nostra precedente interrogazione rassicurandoci in quanto secondo l’Arpav l’aria di Vicenza nel complesso è buona. Ci suona strana se non completamente errata questa risposta, come si può notare del grafico del sito della stessa Arpav. Torniamo a chiedere al Comune come intenda muoversi

Share



PM10, Vicenza prima in classifica!

Presenza di polveri sottili nell’aria, Vicenza è prima in classifica per il Veneto e terza a livello nazionale (da Mal’aria 2015 di Legambiente). Queste polveri sottili entrano nei nostri polmoni e sopra certi limiti peggiorano il nostro stato di salute. A questo punto ci chiediamo cosa sta facendo la nostra amministrazione per liberarsi di questo

Share



Vignetta alluvione pm10

Record pm10, le sirene non bastano!

Record pm10, le sirene non bastano! In questi giorni di nebbia e smog vogliamo ricordare all’Amministrazione Comunale e ai Cittadini di Vicenza come le sirene installate non fermeranno i danni da future alluvioni. Il M5S ricorda che serve l’impegno di tutti per prevenire queste catastrofi, è noto infatti che un innalzamento del riscaldamento dell’atmosfera e

Share



Scusate, ci riprendiamo l’ambiente!

La salvaguardia e la tutela delle risorse naturali per anni sono state sfruttate come arma elettorale dai vari schieramenti politici che si sono succeduti al governo della città. Nei fatti, però, il territorio di Vicenza è tra le realtà più inquinate d’Italia. Le politiche ambientali adottate e previste dall’attuale amministrazione non inducono all’ottimismo: la recente

Share