Uniti per la salvaguardia dei territori verdi

Come si vede dal sito del Giornale di Vicenza, Legambiente chiama a raccolta tutte le forze ambientaliste locali contro la costruzione su un terreno agricolo di una centrale elettrica.

«Abbiamo bisogno di stravolgere ancor più i pochi territori verdi rimasti?». Lorenzo Baiocchi, portavoce del circolo Legambiente di Schio, torna all’attacco sulla centrale elettrica di contrà Gamba.

Per evitare l’impoverimento delle aree naturali e dell’agricoltura locale si potrebbe costruire la centrale in zona industriale, tuttavia si preferisce invadere spazio agricolo all’azienda Chiumento e ridurre poche aree verdi rimaste nella provincia pur di spuntare il prezzo migliore.

Baiocchi: «Ci appelliamo ai residenti di Monte di Malo e comuni limitrofi affinché facciano sentire la loro voce e ci aiutino a fermare l’ennesimo scempio».

I cittadini di Monte di Malo e Legambiente potranno contare naturalmente sul nostro appoggio politico e mediatico.

La salute dei cittadini viene prima della ricchezza economica di una società.

Print Friendly
Share