Vicenza spalanca le porte al gioco d’azzardo

VIDEO: Sen. Giovanni Endrizzi, Ottobre 2014

Dopo l’interrogazione del M5S sugli orari delle sale gioco Il Comune di Vicenza corre ai ripari!

Come si fa a contrastare i deleteri effetti del gioco d’azzardo?

La ricetta innovativa viene da Vicenza: si aumentano gli orari delle sale gioco fino alle tre di notte, basta che le stesse sale organizzino progetti di contrasto al fenomeno della ludopatia.

Non si capisce se la cosa sia più comica o tragica!!!

Il Sindaco: “obiettivo è non lasciare solo il giocatore compulsivo che, anche in presenza di orari ristretti, rimane preda della dipendenza” (rif Corriere del Veneto).

Nel luogo dove la ludopatia si crea, da un lato si allungano gli orari di gioco, e dall’altro, surrogato o paravento, si chiede un progetto di contrasto alla ludopatia, declinato in un generico corso ai dipendenti delle sale o tramite pubblicità dissuasiva o con targhetta con numero telefonico per smettere di giocare.

Sì, il giocatore gioca, ma qualcuno veglia su di lui e si ipotizza che alle tre di notte gli dica che è ora di andare a casa.

 

INTERROGAZIONE

 

Premesso che:

  1. in data 03/10/2015 è stata presentata  una interrogazione a seguito dell’ordinanza sugli orari di funzionamento delle sale gioco;
  2. che nel frattempo sono apparse sugli organi di stampa  notizie relative ad una nuova ordinanza del Sindaco;

la sottoscritta Liliana Zaltron in qualità di consigliere comunale chiede:

  • Quanti controlli sono stati effettuati, dal 30 marzo 2015 ad oggi, dagli organi preposti al rispetto dell’ordinanza, specificando: luogo, data ed esito;
  • Quali  siano, nello specifico, le sei sale abilitate all’estensione dell’orario di uso delle slot machines;
  • Quali siano le caratteristiche del progetto  di contrasto al fenomeno della ludopatia.

Si richiede anche  risposta scritta.

 

Vicenza, 24/10/015

Liliana Zaltron

Movimento 5 Stelle – Vicenza

 

Scarica l’ordinanza qui.

Print Friendly
Share